Aggravamento invalidità civile malati oncologici

.

Il 7 Ottobre 2011 l’INPS ha inviato alle proprie sedi un messaggio non numerato e non pubblicato sul sito riguardante la possibilità, solo per i malati oncologici, quindi con tumore e con i requisiti della legge 80/2006, che avvisa l’avvenuta implementatazione, nella procedura di acquisizione telematica delle domande, una funzionalità che permette di accettare le domande di aggravamento, pur in presenza di altra domanda pendente.

Adesso invece, solo per i malati oncologici:

  • chi non è ancora stato sottoposto a visita, dovrà essere sottoposto a visita contemporaneamente per entrambe le domande,
  • chi è già stato sottoposto a visita, dovrà essere richiamato a visita, preferibilmente entro 15 giorni dalla domanda.

Questa nuova possibilità è particolarmente utile in caso di soggetti che sono stati da poco sottoposti a visita e che, a seguito del riscontro successivo di metastasi, debbono sottoporsi a chemioterapia, oppure a coloro che hanno presentato una domanda di invalidità per altre infermità ma che hanno poi dovuto iniziare chemioterapia per il riscontro di una neoplasia.

Questo il testo:


Oggetto

Invalidità civile :
1) rilascio funzionalità per la gestione delle domande di aggravamento ex L. 80/2006
2) nuove modalità per l’ acquisizione dei verbali di gruppo 2 (senza prestazione economica)

Testo
DIREZIONE CENTRALE
PENSIONI


DIREZIONE CENTRALE
SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGICI


DIREZIONE CENTRALE
ORGANIZZAZIONE


COORDINAM
ENTO GENERALE
MEDICO-LEGALE


AI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI


Si comunica che è stata rilasciata la nuova funzionalità che consente l’ingresso in procedura INVCIV2010 delle domande di aggravamento di cui alla L.80/2006 anche nel caso in cui sia presente una precedente domanda, per lo stesso accertamento, per la quale l’iter in corso non sia ancora esaurito con la formazione del verbale sanitario validato dall’INPS.


Nel caso in cui per il soggetto interessato sia stata già programmata una visita riferita alla prima domanda, ma il medesimo non sia stato ancora visitato presso la ASL, alla stessa data di visita viene associata anche la domanda di aggravamento affinché il soggetto possa essere visitato un’unica volta (sia per la domanda originaria che per l’aggravamento); la ASL ha la possibilità di visualizzare entrambe le domande ed entrambi i certificati medici introduttivi.


Qualora invece il soggetto per la prima istanza sia stato già visitato presso la ASL, viene programmata una seconda visita per l’aggravamento, possibilmente entro i 15 giorni dalla data della domanda, nel rispetto della normativa prevista per i soggetti affetti da patologie oncologiche (L. n. 80/2006).


In vista
di un’ulteriore implementazione della funzione per la lavorazione delle domande di aggravamento in questione, tenuto conto che la procedura, allo stato, gestisce le stesse abbinandole a quelle già presenti nel sistema, si invitano le sedi, attesa anche la possibile unicità del verbale, a prestare la massima attenzione alle decorrenze, sia nella fase dell’accertamento sanitario sia nella fase concessoria.

In merito alla gestione dei verbali di gruppo 2 (senza prestazione economica) si comunica che è in fase di rilascio una nuova versione della procedura INVCIV2010 che prevede, in fase di allegazione e acquisizione del verbale cartaceo ASL, la non obbligatorietà di inserimento dei codici ICD9 (cfr. mess. N.13569 del 28.06.2011). L’inserimento di tali codici rimane comunque obbligatorio per i verbali di gruppo 1 scaduti per silenzio-assenso e per i verbali di visita diretta (sia di gruppo 1 che di gruppo 2) nonchè per i verbali compilati agli atti.

IL DIRETTORE GENERALE
NORI

.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code