Pioglitazone e cancro vescicale: l’EMA rinvia il giudizio

[google1]

Come già annunciato, nel “Meeting highlights from the Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP) 20-23 June 2011″ dell”EMA, cioè dell’European Medicines Agency, sono stati presi in considerazione i dati provenienti dalla Francia e da altre fonti per la valutazione del profilo di sicurezza del farmaco pioglitazone, un antidiabetico orale, in relazione alla segnalazione di una associazione significativa con l’insorgenza di cancro alla vescica.

Nella comunicazione rilasciata ieri, il 24/06/2011, si legge:

“… Review of pioglitazone-containing medicines

The Committee is currently reviewing results from pharmacoepidemiological studies, non-clinical and clinical data and post-marketing reports on pioglitazone-containing medicines and the occurrence of bladder cancer to assess their impact on the balance of benefits and risks of these medicines. The CHMP will finalise its review in July 2011 and make recommendations on the future use of these medicines. ….

Traduzione:

” Il Comitato sta riesaminando i risultati di tudi farmacoepidemiologici, i dati clinici e non clinici e le esperienze post-marketing sui Medicinali contenenti pioglitazone e l’insorgenza di cancro alla vescica per valutare il loro impatto sul bilancio dei benefi e dei rischi di questi farmaci. Il CHMP porterà a termine il riesame a luglio 2011 e formulerà raccomandazioni sul futuro utilizzo di questi farmaci.”

Insomma, il giudizio è stato sospeso in attesa di una valutazione più approfondita.

Resta da vedere come si comporteranno gli specialisti diabetologi ed endocrinologi nei confronti dei loro pazienti in occasione del rinnovo delle prescrizioni!

 

Link alla comunicazione dell’EMA (accorciato perchè troppo lungo):

http://www.ema.europa.eu/ema/index.jsp? … =WC0b01ac058004d5c1

Saluti.

Nikol


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code