La Nimesulide NON è più prescrivibile per le artralgie croniche.

L’AIFA ha emesso un comunicato in cui viene modificata la prescrivibilità dei farmaci contenenti Nimesulide.

In verità i farmaci contenenti nimesulide sono tra i più usati, ad ogni età, nel trattamento del dolore articolare. Ma questo è anche uno dei farmaci antinfiammatori più “chiaccherati” a livello europeo, tanto che alcuni stati lo hanno bandito dal proprio prontuario farmaceutico.

L’EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, già il 23 giugno 2011 aveva individuato un profilo di rischio della nimesulide non favorevole, tanto da sconsigliare il trattamento sintomatico del dolore osteoarticolare con questo farmaco.

Il razionale di questa raccomandazione è da ricercare nella necessità, nel dolore articolare di origine artrosica, di effettuare terapie prolungate che mal si conciliano con la riconosciuta epatotossicità di questo farmaco.

E’ stato ritenuto pertanto che i benefici dell’uso del farmaco superano i rischi solo per l’uso nel dolore acuto e nella dismenorrea primaria.

Questo è il link diretto al documento dell’EMA (link tagliato) ==> http://www.ema.europa.eu/ema …

La Commissione Europea, con la Decisione n. C(2011) 10130) del 20/01/2012 ha ratificato questa valutazione e di conseguenza l’AIFA italiana, con la “Nota Informativa Importante”  del 17/02/2012 ha comunicato che i farmaci contenenti Nimesulide non potranno più essere prescritti nel dolore di natura osteoartrosica.

Al più presto verranno modificate le schede tecniche e i foglietti illustrativi dei farmaci.

Ma i medici sono avvertiti: niente nimesulide per l’artrosi.

I pazienti sono avvertiti: è inutile insistere, il loro medico non potrà prescrivere nimesulide per dolori alla cervicale o alle ginocchia, nemmeno a pagamento.

Il documento dell’AIFA è visionabile da QUI.

Saluti.

Nikol


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code