CEFALEA ED INVALIDITA’ CIVILE

Emicrania: caricatura di George Cruikshank

.

I recenti dati ISTAT ci dicono che la prevalenza annuale globale delle cefalee nella popolazione italiana è del 29% circa, cioè nell’arco dell’anno una quantità elevatissima di italiani ha avuto almeno un episodio di cefalea.

In verità di cefalee e/o emicranie ne esistono parecchie forme, per lo più piuttosto benigne, fastidiose certamente, ma invalidanti senz’altro no.

Alcune forme però, per la violenza del dolore e per la frequenza degli attacchi, incidono gravemente sulla vita quotidiana e lavorativa costringendo lo sfortunato soggetto a un prolungato “riposo” in stanza buia, lontano da rumori, in preda a violenti dolori, a volte solo parzialmente responsivi alla terapia.

In sostanza si tratta di forme che a ben vedere possono essere considerate malattie invalidanti e meritevoli di valutazione nell’ambito dell’accertamento dell’invalidità civile. continua a leggere

Alcool e cocaina nemici giurati anche del cuore

Alcuni giorni fa, ripassando qualche nozione di cardiologia, mi sono imbattuto in un capitolo sulle cardiopatie da sostanze di abuso.

Il testo riportava che il 45% dei soggetti con cardiopatia dilatativa ha una storia di abuso di bevande alcooliche. In altri testi poi consultati, la percentuale era ancora maggiore. In effetti una percentuale troppo alta perché si possano avere dubbi sugli effetti negativi dell’alcool etilico sul cuore. continua a leggere

Apixaban migliore del Warfarin

[google1]

La nuova edizione di ESC 2011, un importantissimo congresso mondiale di cardiologia, è stata caratterizzata dalla pubblicazione dei dati ottenuti nello studio ARISTOTLE (Apixaban for Reduction in Stroke and Other Thromboembolic Events in Atrial Fibrillation).

18.201 pazienti di 39 paesi differenti, affetti da fibrillazione atriale e con almeno un altro fattore di rischio cardiovascolare sono stati arruolati in questo studio per valutare l’efficacia e la sicurezza di Apixaban, un nuovo inibitore orale diretto del fattore della coagulazione Xa, quindi che interferisce con la conversione della protrombina a trombina e conseguentemente con la formazione degli aggregati di fibrina. continua a leggere

Approvato in Europa il Dabigatran nella Fibrillazione Atriale


Una delle più “fastidiose” incombenze dei pazienti con Fibrillazione Atriale in terapia con Warfarin è certamente correlata alla necessità di controllare assiduamente l’INR.

L’effetto anticoagulante del Warfarin è piuttosto variabile e risente di molteplici fattori, alimentari e non.

In un certo senso si tratta di una continua lotta avente come attori il paziente, il medico e il farmaco, basato su frequenti aggiustamenti terapeutici, raccomandazioni dietetiche, attenzione a farmaci interferenti.

Il Dabigatran etexilato, un inibitore del fattore IIa della coagulazione, ha dimostrato in parecchi studi una efficacia paragonabile, se non superiore, al Warfarin. continua a leggere

Pioglitazone e carcinoma vescicale: assolto per (quasi) insufficienza di prove

[google1]

Nel “Meeting highlights from the Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP) 18-21 july 2011″ dell’EMA, cioè dell’European Medicines Agency, è stata presa una decisione sull’uso in Europa dell’antidiabetico orale pioglitazone.

Ricordo che la dispensazione dei farmaci contenenti questa molecola è stata sospesa in Francia e in Germania per il riscontro di un significativo incremento del rischio di insorgenza di carcinoma vescicale.

l’EMA ha quindi intrapreso una revisione della letteratura e dei dati per valutare il rischio. continua al leggere

INAIL: possibile aggravamento di malattia professionale oltre il 15° anno a patto che …

In caso di malattia professionale (quindi INAIL), il termine oltre il quale non è più possibile richiedere ulteriori aggravamenti è stabilito in 15 anni dalla costituzione della rendita.

La Corte Costituzionale, con sentenza 46/2010, e la  Corte di Cassazione, con 3 sentenze “fotocopia” del marzo 2011, hanno stabilito che ciò non è sempre vero, ma devono ricorrere precise condizioni.

Infatti, se l’esposizione alla sostanza o alla lavorazione morbigena perdura oltre il 15° anno, l’eventuale aggravamento della patologia tecnopatica si può configurare come una richiesta per una “nuova” malattia professionale, che, casualmente, coincide con la precedente.

In questo caso però anche l’iter amministrativo deve essere adeguatamente adattato. continua a leggere

Sindrome delle apnee notturne e guida

[google1]

Il 15 giugno 2011 si è svolto alla Camera dei Deputati il convegno “Disturbi respiratori ed incidenti stradali: le apnee nel sonno. Situazione attuale e prospettive future”.
Il convegno è il frutto di una collaborazione tra l’Automobile Club d’Italia, l’AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri, la FIMPST (Federazione Italiana contro le Malattie Polmonari Sociali e la Tubercolosi) e la SIMeR (Società Italiana di Medicina Respiratoria).
Nel convegno i relatori hanno messo in evidenza le problematiche relative al rischio di andare incontro ad incidente stradale in soggetti con sindrome da Apnee del sonno (OSAS). continua a leggere

Pioglitazone e cancro vescicale: l’EMA rinvia il giudizio

[google1]

Come già annunciato, nel “Meeting highlights from the Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP) 20-23 June 2011″ dell”EMA, cioè dell’European Medicines Agency, sono stati presi in considerazione i dati provenienti dalla Francia e da altre fonti per la valutazione del profilo di sicurezza del farmaco pioglitazone, un antidiabetico orale, in relazione alla segnalazione di una associazione significativa con l’insorgenza di cancro alla vescica. continua a leggere

Pioglitazone “tu quoque”

L’anno scorso l’Agenzia Europea del Farmaco ha sospeso la vendita del farmaco antidiabetico ROSIGLITAZONE per un profilo di rischio considerato sfavorevole.

Ora potrebbe essere la volta del PIOGLITAZONE, anch’esso un farmaco antidiabetico orale della classe dei tiazolidinedioni.

Infatti l’AFSSAPS, cioè l’Agenzia francese della Sicurezza Sanitaria e dei Prodotti Sanitari, ha sospeso la commercializzazione dei prodotti contenenti pioglitazone

a causa di uno studio retrospettivo condotto dall’Assicurazione Sanitaria francese “Caisse National d’Assurance Maladie” su un campione di 155.535 pazienti che tra il 20

06 e il 2009 hanno assunto questa molecola per il trattamento del loro diabete.

I dati rilevati hanno permesso di evidenziare un piccolo ma significativo incremento dell’incidenza di cancro vescicale in soggetti diabetici che hanno assunto pioglitazione rispetto ai soggetti diabetici che non lo hanno assunto. continua a leggere

La Malattia di Pelizaeus-Merzbacher

 

La Malattia di Pelizaeus-Merzbacher è un raro disordine progressivo del sistema nervoso centrale caratterizzato da deterioramento delle funzioni motorie ed intellettive facente parte dell’ampio gruppo delle leucodistrofie di natura genetica.  attualmente è in corso una sperimentazione di fase I con cellule staminali presso la University of California, San Francisco (UCSF), Stati Uniti, in collaborazione con la società di bioetica STEMCELLS, Inc.. Per visionare la scheda della malattia e altre notizie sulla sperimentazione  andare nel menù “MEDICINA GENERALE” oppure da QUI. Saluti. Nikol

La Bussola di Nikol: mini-articoli a commento di accessi con motore di ricerca

 

Ho notato, monitorando gli accessi al sito, che spesso i motori di ricerca, per quanto si dicano intelligenti, non aiutano ad individuare la pagine che interessano rispetto alle parole inserite nel form di ricerca.

In questa mia pagina principale ad esempio sono presenti contemporaneamente articoli su invalidità civile e altri argomenti, senza alcun collegamento tra loro.

Accade che se si inseriscono contemporaneamente termini come “invalidità” e “Nezelof”, per cui appare evidente che l’internauta vorrebbe avere notizie sul grado di invalidità in un soggetto affetto da sindrome di Nezelof, e il motore indica questo sito, in realtà non potrà trovare le informazioni desiderate oppure dovrà proseguire la ricerca in altri siti.

Quindi ho deciso di inserire una pagina che può essere raggiunta dal link sulla rosa dei venti in questo articolo oppure nel menù a destra dove, ordinati per data di accesso ed argomenti similari, inserirò i termini utilizzati per la ricerca che riterrò di maggiore utilità o interessanti e una “mini risposta”, una sorta di pillola che possa essere utilizzata da altri che dovessero avere la necessità di individuare notizie simili o dallo stesso internauta che dovesse “ripassare” un po di tempo dopo.

Naturalmente ricordo che si tratta solo di informazioni INDICATIVE, la cui utilizzazione pratica dovrà essere SEMPRE valutata da un medico in carne ed ossa.

Spero di esservi utile. Salvatore Nicolosi

L’esostosi multipla

Inserita una scEXOSTOSEheda su questa malattia rara; è raggiungibile dal menù “medicina generale” oppure da QUI.
L’esostosi multipla è una malattia ereditaria a trasmissione autosomica dominante caratterizzata dalla presenza di protuberanze ossee, chiamate “esostosi”, che insorgono sulle ossa lunghe (generalmente nella parte terminale della diafisi, cioè in prossimità delle articolazioni), ma anche nelle scapole, nel bacino e, raramente, nelle vertebre.

Saluti.

Nikol

Sindrome da emiplegia alternante

La sindrome da emiplegia alternante è una malattia rara di cui sono descritti solo alcune centinaia di casi in tutto il mondo, una cinquantina in Italia.

Esordisce prima dei 18 mesi di vita, ma nei ¾ dei casi addirittura prima dei 6 mesi.

Il quadro clinico è caratterizzato da una sintomatologia neurologica parossistica, l’attacco emiplegico, che si associa a crisi epilettiche, distonia e coreoatetosi (movimenti involontari a carico degli arti), ritardo mentale di gravità variabile, deficit attentivi e di integrazione visuo spaziale, disturbi comportamentali caratterizzati da aggressività o depressione.

Aggiunta una scheda su questa malattia raggiungibile dal menù “MEDICINA GENERALE” oppure da QUI.

Saluti.

Nikol

Atassia di Friedreich

Aggiunta una nuova scheda sull’atassia di Friedreich nel menù “MEDICINA GENERALE”.

E’ una rara malattia genetica la cui evoluzione, ad oggi, è sfavorevole con instaurazione di grave deficit deambulatorio e, spesso, diabete mellito e cardiopatia.

Rinnovo in questa occasione l’esortazione a NON FIDARSI di siti internet o organizzazioni che propongono, a carissimo prezzo, terapie con cellule staminali per questa malattia, ma anche per altre.

La sperimentazione con cellule staminali su questa malattia è assolutamente in fase iniziale e non esistono in letteratura scientifica dati affidabili sulla sicurezza e sull’efficacia di questa procedura terapeutica.

La pagina è raggiungibile da QUI oppure nel menù “MEDICINA GENERALE”.

Saluti

Nikol

Staminali e SLA

[google1]

AGGIORNAMENTO DEL 28/06/2012

Numerose testate on-line riportano la notizia che ieri, 27/06/2012, nell’ambito del progetto descritto in questa pagina, è stato eseguito in Italia il primo impianto di cellule staminali in soggetto affetto da SLA; si è trattato dell’impianto di cellule staminali provenienti da un feto morto per altre cause in un paziente di 31 anni. Tutte le testate insistono nel ricordare che si è ancora nella fase 1 della spermentazione, quindi nessuna speranza a breve termine.

La notizia può essere letta in modo sufficientemente completo nel sito dell’ansa.it, a QUESTO link

A fine marzo in numerosi siti è rimbalzata la notizia che l’ISS (Istituto Superiore di Sanità) ha autorizzato la Casa sollievo della Sofferenza Opera di San Pio da Pietralcina in collaborazione con l’Ospedale di Terni, sede della banca delle staminali, ad avviare una sperimentazione di “fase I” con trapianto di cellule staminali su pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Si tratterà di un piccolo gruppo, selezionato con estrema attenzione, e la sperimentazione partirà solo dopo il parere dei Comitati Etici locali.

Riporto la notizia per fare alcune considerazioni generiche che ritengo importanti, agganciandole al caso particolare.

Ogni farmaco, prima di essere immesso in commercio, deve superare una lunghissima serie di test e controlli.

Classicamente si suddivide questo periodo pre-commercializzatione in tre fasi: continua a leggere

Malattie rare, invalidità civile e legge 104/92

[google1]

Poiché in questo blog ho inserito notizie su invalidità civile e contemporaneamente su malattie rare, una buona percentuale dei visitatori è costituita da internauti che inseriscono nel form del motore di ricerca il nome di una malattia rara più termini come “percentuale di invalidità”, oppure “invalidità” o ancora “legge 104”.

Insomma desiderano conoscere quale potrebbe essere la percentuale di invalidità in un soggetto con una particolare malattia “rara”, o se potrebbero essere concessi i benefici della legge 104/1992.

continua a leggere…

ENERGY DRINK E SALUTE

[google1]

Che l’uso eccessivo degli Energy Drinks possa essere dannoso alla salute, soprattutto dei soggetti adolescenti, è cosa che si dice da parecchio; la composizione di queste bibite infatti, pur essendo variabile, è tale da produrre significative perplessità nel mondo scientifico.
Le componenti principali sono naturalmente acqua e zucchero, (e già qui vi è una controindicazione specifica all’assunzione da parte dei diabetici), ma altre sostanze, quali la caffeina, sono solitamente rappresentate in concentrazioni piuttosto alte; non mancano aminoacidi, vitamine ed estratti vegetali, questi ultimi a volte con effetti farmacologici non ben studiati; come non sono ben studiati gli effetti additivi e le interazioni dei vari composti.

Un recentissimo studio scientifico, pubblicato su “Pedriatics” di Marzo 2011 mette in guardia la comunità scintifica sull’uso e soprattutto sull’abuso di Energy Drinks in adolescenti e bambini.

continua…

OSSIGENOTERAPIA E VENTILOTERAPIA DOMICILIARE, DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO

AGGIORNAMENTO DEL 13/10/2014

Dopo un restyling del sito dell’AIPO la pagina qui segnalata è scomparsa e sono scomparsi i libretti di cui parlo in basso.

I libretti erano però da me stati scaricati per mia cultura; quindi li metto a disposizione dal mio server, ribadendo che si tratta di lavori la cui proprietà culturale è dell’AIPO; se ci fossero problematiche di copyright l’interessato è pregato di segnalarmelo; provvederò immediatamente a quanto necessario.


 

Dal sito dell’AIPO, Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri, una buona iniziativa a favore dei pazienti che utilizzano apparecchiature per alleviare le loro difficoltà respiratorie.

Si tratta di tre “libretti” in formato PDF in cui vengono dettagliatamente spiegati l’utilizzo di alcuni presidi domiciliari a lungo termine e le problematiche relative ai disturbi respiratori del sonno. continua a leggere

LINEE GUIDA DI ORGANIZZAZIONE DELLA RETE ASSISTENZIALE IN SICILIA PER LE PERSONE AFFETTE DA DISTURBO AUTISTICO

Oggi ho aggiunto un articolo, scritto da una Assistente Sociale, circa le linee guida delineate nel decreto 1 febbraio 2007 della Regione Sicilia; si tratta di una legge regionale che si propone di organizzare al meglio in Sicilia tutte i Servizi per permettere un percorso prima diagnostico e poi riabilitativo delle PERSONE affette da disturbo dello spettro autistico.

Una normativa estremamente avanzata ma, come accade purtroppo molto spesso, ancora parzialmente disattesa.

E’ evidente che la realtà sul territorio è tale da potersi ritenere che si è ben lontani dagli obiettivi indicati e spesso le indicazioni del Decreto si scontrano con le ristrettezze economiche delle ASP, dei Comuni e delle Province.

L’articolo si trova nel menù “DISABILITA” oppure qui.

Tabella Invalidità Civile

Cari amici, come forse sapete, il webmaster ha la possibilità di monitorare gli accessi sul proprio sito.

Qualche giorno fa vi è stato un accesso proveniente da Google da parte di un “internauta” che ha inserito questi termini di ricerca: “disturbi ciclotimici con crisi subentranti o forme croniche gravi con necessità di terapia continua  TABELLE 2011“.

La prima parte è una delle voci presenti nella tabella delle invalidità civile annessa al DM 5/02/1992 che prevede una percentuale di invalidità del 100%.

La parte “tabelle 2011” mi lascia perplesso; continua a leggere…