INAIL

SOTTOSEZIONE INAIL

Pagina di accesso a documenti e risorse riguardanti la tutela degli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, quindi in ambito INAIL o IPSEMA.


Questo blog, nato come sottodominio di siracusae.it, tranne rare eccezioni non viene più aggiornato in quanto ne ho trasferito i contenuti, ampliandoli, su www.medisoc.it.

I link in questa pagina infatti indirizzano verso la corrispondente pagina su medisoc.it i cui contenuti sono ampliati e/o aggiornati


SOTTOSEZIONE INAIL

Pagina di accesso a documenti e risorse riguardanti la tutela degli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, quindi in ambito INAIL o IPSEMA.


INAIL – generalità


INAIL – Nuova tabella delle malattie professionali


INAIL – Malattie per le quali è obbligatoria la denuncia


INAIL – Tabella percentuali Danno Biologico


INAIL – Tabella Indennizzo Danno Biologico (DM 38/2000)


INAIL – Tabella dei coefficienti


INAIL – le prestazioni assicurative

  • prestazioni sanitarie
  • indennità temporanea
  • rendita per inabilità permanente
  • indennizzo in capitale del danno biologico
  • rendita per i danni superiori al 15%
  • assegno per assistenza personale continuativa
  • rendita ai superstiti
  • assegno funerario
  • assegno di incollocabilità
  • rendita di passagio
  • prestazioni integrative:
  • assegno speciale continuativo mensile
  • integrazione alla rendita

INAIL – infortunio domestico


INAIL – infortunio dello studente


INAIL – infortunio sul lavoro: causa violenta


Il Mobbing come malattia professionale


INAIL – valutazione preesistenze


INAIL – Calcolo danno biologio/inabilità per ipoacusia


INAIL – Malattia professionale e il ricorso


INAIL – regolamento concessione protesi e abbattimento barriere architettoniche


INAIL – legislazione


INAIL: sentenze e giurisprudenza


INAIL – circolari e documenti



Commenti

INAIL — 6 commenti

  1. Grazie per la cortese risposta, le volevo chiedere quando posso richiedere la pensione privilegiata, perchè la lesione relativa alla causa di servizio permane e a questa ha fatto seguito un’altra malattia (di origine diversa).Quindi mi chiedevo visto il mio stato di salute quando posso inoltrarla e quali sono le modalità. La ringrazio e resto in attesa di una sua cordiale risposta.

  2. buongiorno, sono una docente di scuola media,nel 2008 mi hanno riconosciuto una causa di servizio tabella A categoria 8 senza equo indennizzo perchè presentata oltre il termine dei 6 mesi, successivamente ho fatto ricorso e la causa dopo tanti rinvii dovrebbe aver luogo a giugno 2014.Non ho fatto LA DOMANDA DI AGGRAVAMENTO ENTRO I 5 ANNI PERCHè NON AVEVO AVUTO L’EQUO INDENNIZZO,POSSO CHIEDERE LA PENSIONE PRIVILEGIATA. IO SONO ANCORA IN SERVIZIO.DIMENTICAVO DI AGGIUNGERE CHE NEL 2009 HO OTTENUTO UN RICONOSCIMENTO DALL’INAIL OSSIA UN RISARCIMENTO DANNO BIOLOGICO.

    • Buonasera.
      La domanda per pensione privileggiata può essere sicuramente presentata, ma le ricordo che equo indennizzo e danno biologico INAIL sono “compatibili ma non cumulabili”. Quindi non possono essere percepiti entrambi per la stessa infermità o lesione. Avrà però la facoltà di scegliere quella a lei più favorevole.

  3. Ho bisogno di capire perche’ dopo una visita d’invalidita’ fatta ad agosto dell’anno scorso (2011) e con successivo esito della commissione,con un’epatite B cronica attiva mi hanno dato il 35% d’invalidita'(A4)
    Ma nelle tabelle l’epatite cronica attiva non da’ diritto ad un 51%?
    Grazie per una Vostra risposta

    • Buonasera.
      Non è semplice.
      Nella tabella, per alcune patologie, sono indicate varie classi di gravità, con percentuale via via crescente secondo la gravità.
      Per altre patologie, nonostante possano essere di diversa gravità, è indicata una percentuale fissa e l’epatite cronica attiva è fra queste.
      Indubbiamente però la gravità non è uguale nei vari soggetti, potendosi avere pazienti con elevati livelli di attività, quindi transaminasi elevate, viremia elevata, ecc., e pazienti con forme lievi, quasi silenti.
      Quindi è invalso l’uso di operare una sorta di gradualità nella valutazione di questo tipo di patologie, tanto che è possibile, in forme più gravi, ottenere percentuali maggiori del 51%.
      Il 51% rappresenta una valutazione per forme di tipo moderato, potremmo dire di media gravità.
      La Commissione, tenendo conto della documentazione prodotta quindi valuta in maniera solo “apparentemente” slegata dalla percentuale indicata in tabella, eventualmente nei casi lievi indicando percentuali inferiori.
      Nel suo caso specifico, per dare una risposta più precisa, si dovrebbe valutare la documentazione prodotta in sede di visita presso la Commissione, quindi indici di citolisi (le transaminasi), eventuale esame ecografico, la viremia, biopsia epatica se effettuata, certificazioni specialistiche, ricoveri, etc.
      Questo può essere fatto solo da un medico in carne ed ossa, esperto in medicina legale, che valuti la documentazione.
      Saluti.
      Nikol
      P.S. questa però non è la sezione giusta; l’INAIL si occupa di infortuni e malattie professionali però … spero di essere stato utile :-).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code