WEBMASTER

Questo sito-blog è stato creato ed è curato da:

Dott. Salvatore Nicolosi

Iscritto all’Ordine dei Medici della Provincia di Siracusa con il n. 3467

Corso Gelone 116/B – 96100 Siracusa

Per contatti o quesiti possono essere usate i form relativi ai “commenti” in questa e nelle altre pagine.


 


Commenti

WEBMASTER — 9 commenti

  1. Salve sono Maria un’infermiera di un reparto di lungodegenza riabilitativa. Ho 44 anni e ho subito un infortunio sul lavoro mobilizzando un paziente obeso,ho avuto frattura processo trasverso sinistro L3,portato il busto semirigido per 30 GG,sono ancora in continuativo,devo fare RX di controllo e visita INAIL a fine mese. Secondo lei che punteggio potrei avere di rischio biologico e se potrebbe sommarsi al mio tipo di lavoro ?grazie mille

    • Buonasera.
      Un poco di confusione!
      Alla fine della malattia l’INAIL la dichairerà guarita, nel senso che ciò che resta è ormai inemendabile; più esattamente si parla di guarigione con postumi.
      I postumi saranno quindi valutati in percentuale e se questa percentuale sarà compresa tra il 6% e il 15% le verrà dato un indennizzo in capitale, cioè una certa somma; dal 16% in poi viene pagata una rendita, cioè una somma mensile che dipende da percentuale e stipendio annuale di base.
      Nel suo caso alla fine verrano valutati, o uno od entrambi la riduzione dei movimenti della colonna lombare e l’entità della frattura.
      I riferimenti sono:
      203. Esiti di frattura dell’arco o di processo trasverso o di elementi posteriori con dolore riflesso => Fino a 3%,
      204. Anchilosi del tratto lombare con risentimento trofico-sensitivo, a seconda dei disturbi motori ==> Fino a 25%

      Detto ciò, naturalmente, sia per la distanza che perchè ancora non è “guarita” non mi è possibile fare una valutazione nemmeno minimamente indicativa. Solo con visita diretta e alla fine, un medico specialista o esperto in medicina legale potrà fare una valutazione attendibile.

      Circa il suo lavoro, alla guarigione potrà richiedere una visita del medico competente dell’azienda per essere, eventualmente, dispensata da lavori pesanti, come ad esempio la movimentazione dei pazienti.

      Saluti

  2. salve Dr.Nicolosi,sono in a signora siciliana che vive in stati uniti perché qui posso avere la mia medicina per il morbo di-crohns e anche per fibromailgia,cioè Cannabis medica. come faccio a trasferirmi in Sicilia senza medicina? come faccio a prendere assistenza da inps? io ho le-mie carte mediche e esiti fatto da un gastroenterologo qui in California. io lavoro da venti anni come cosmetologa e ho pagato tasse. adesso non riesco piu a lavorare full time.
    grazie e spero di sentirci gentile dottore Nicolosi.
    Rossella Cromosini

    • Buongiorno.
      E’ da poco tempo che in Italia si parla di Cannabis ad uso medico per cui da poco è stato messo in commercio, ma con moltissime limitazioni, il Sativex.
      Il Sativex è un estratto spray di Cannabis e nel bugiardino viene specificato: ” …100 microlitri di spray contengono:
      2,7 mg di delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) e 2,5 mg di cannabidiolo (CBD).
      Ogni ml contiene:
      38-44 mg e 35-42 mg di due estratti (estratti molli) della Cannabis sativa L., folium cum flore (foglie e fiori di cannabis) corrispondenti a 27 mg di delta-9-tetraidrocannabinolo e a 25 mg di cannabidiolo..
      ..”
      Ma è indicato solo in particolari casi nei soggetti con sclerosi multipla: ” ... INDICAZIONI: Sativex è indicato come trattamento per alleviare i sintomi in pazienti adulti affetti da spasticità da moderata a grave dovuta alla sclerosi multipla (SM) che non hanno manifestato una risposta adeguata ad altri medicinali antispastici e che hanno mostrato un miglioramento clinicamente significativo dei sintomi associati alla spasticità nel corso di un periodo di prova iniziale della terapia.“.
      Nel suo caso e per le sue patologie in Italia nessun medico le prescriverebbe, o meglio le potrebbe prescrivere, la Cannabis ad uso medico.

      Non so se lei, sbagliando, con INPS intende l’assistenza sanitaria; infatti l’assistenza sanitaria viene erogata a tutti i cittadici italiani dalle Unità Sanitarie locali e basta recarsi negli uffici della città di residenza per iscriversi.
      Se per INPS intende correttamente l’ente che, tra le altre cose, si occupa delle pensioni, allora è giusto, ma la parte burocratica nel suo caso può essere complessa e non ne sono a conoscenza; in italia i Patronati sanno com svolgere, gratuitamente, questo tipo di pratiche.
      Saluti

  3. Quisiera recibir Medicina Sociale.
    Soy médico de Argentina (Ciudad de Buenos Aires)y me interesa el intercambio con profesionales de Italia.
    Saludos
    Di Domenica
    Escribo en español porque en italiano no quiero cometer errores.¡Peccato!

  4. Buonasera una domanda ho mia mamma ultra 65 enne con un problema agli occhi un virus del nervo ottico una prima visita ASL ci consigliò di procedere per la pratica dell’accompagnamento legge 104 i suoi parametri sono 1/120 a sinitra ed 1/50 a destra è possibile poter procedere.

    • Buongiorno.
      Ha i requisiti per ottenere i benefici della cecità parziale (in QUESTA pagina qualche notizia) e anche quelli per ottenere il riconoscimento di soggetto con handicap in condizione di gravità (comma 3, art. 3 legge 104/92).
      Può presentare l’istanza.

      Saluti

  5. buon giorno vorrei sapere come mai mi anno dato 85% visto che o la sclerosi sistemica progressiva con il fenomeno di rhaunald con interessamento polmonare ed esofageo con tosse schizzinosa, e non mi anno dato il 100% . e dal 2005 che me l\’anno scoperta oggio ho 44 anni . cordiali saluti

    • Buonasera.
      Innanzi tutto scusi il ritardo per la risposta, ma ero fuori sede e senza PC.
      Non posso non farle rilevare che con queste scarnissime notizie è impossibile fare una valutazione, anche approssimativa.
      Solo per farle comprendere devo innanzitutto dirle che il nome della patologia non da diritto in automatico ad una certa percentuale, tranne casi rari, ma è essenziale valutare anche la sua gravità, quindi:
      1) In tabella esiste la voce “sclerodermia con lieve compromissione viscerale” per il quale è prevista una percentuale del 41/50%;
      2) l’interessamento polmonare deve essere valutato come “deficit ventilatorio”, cioè devono essere effettuati esami spirometrici, esame DLCO ed eventualmente emogasanalisi nei casi più avanzati; non so se lei ha prodotto questi esami in commissione per documentarne la “gravità” di questa patologia.
      3) lo stesso dicasi per l’interessamento esofageo; in questo caso si deve documentare l’eventuale disfagia (gastroscopia, manomentria, rx esofago con pasto baritato, etc)
      4) il fenomeno di Reynaud fa parte di questa patologia e la sua presenza non aggiunge nulla alla sua gravità, ma anche in questo caso comunque è importante una valutazione anche quantitativa (lieve, moderato, severo, etc)

      In sostanza si deve valutare accortamente tutta la documentazione; un medico legale o un medico esperto in medicina legale sicuramente la potrebbe aiutare a comprendere ed eventualmente a disporre, se ci sono i presupposti, ulteriori passi per farle ottenere quanto le spetta.

      Saluti.
      Dott. Salvatore Nicolosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code